domenica 1 marzo 2015

cita-un-libro3


Da un piccolo ma denso libretto ricavo questa citazione sull'amicizia, particolarmente utile per chi, come me, è grande, lavora ed ha una famiglia.

Presi da tante occupazioni e mille problemi da affrontare (possibilmente anche risolvere ma non è detto), si rischia di dimenticare che l'amicizia non è funzionale.

La citazione l'ho presa direttamente dal wall dell'iniziativa #ioleggoperché che potete consultare e in cui chiunque può aggiungere altre citazioni o post in cui spiega perchè legge.

Inoltre partecipo all'iniziativa cita-un-libro che questa settimana è gestita dal blog Il diario di Murasaki, in cui trovate le regole per partecipare.



3 commenti:

  1. Posto il testo del nuovo regolamento. Ripasso dopo per commentare:
    1. La domenica, tra le 0.00 e le 23.59 si va sul wall di #ioleggoperché, si sceglie un post-it di citazione e si pubblica sul proprio blog, inserendo nel post il link al portale di #ioleggoperché;
    2. Si segnala la pubblicazione sul post del giudice;
    3. Durante la settimana si partecipa, se si vuole, alla discussione che (auspicabilmente) da quelle citazioni sarà indotta;
    4. Il sabato sera o la domenica successiva, a scelta, il giudice, insieme alla nuova citazione, pubblicherà la classifica delle prime tre citazioni, motivandole;
    5. Il giudice stesso passerà dal blog della citazione vincitrice a lasciare il testimone; per far ricominciare il gioco;
    6. Il nuovo giudice pubblicherà la sua citazione e il suo post, assegnando eventualmente un tema per le nuove citazioni settimanali;
    7. I giocatori possono anche decidere di non seguire il tema: saranno ugualmente partecipanti a Cita-un-libro, ma non potranno concorrere alla vittoria della settimana.

    RispondiElimina
  2. Mi sembra giusto, con gli amici si vivono bellissime avventure!

    RispondiElimina
  3. Questo è veramente un super classico della citazione!

    RispondiElimina