giovedì 5 marzo 2015

Un post per ragionare un po' di scuola

Scuola di Atene-Raffaello

Navigando qua e là tra alcuni blog che mi piacciono ho trovato questo post che s'intitola Dieci cose che non sopporto quando si parla di scuola scritto da una blogger insegnante (il blog si chiama Il nuovo mondo di Galatea).

Prendetevi un po' di tempo per leggerlo perché è sintetico e chiaro nello spiegare alcuni nodi critici della professione e della sua considerazione.

Naturalmente ogni lavoro ha i suoi pro e i suoi contro, si possono attraversare momenti di fatica e di difficoltà così come di soddisfazione.
In tanti ambiti professionali capita che chi non ne sa assolutamente niente si senta comunque autorizzato a parlarne e sparlarne. Nel mio caso però parlo di scuola perché è il mio lavoro e anche l'argomento principale del blog.

Non voglio certo dire che i docenti siano quelli più penalizzati né che siano tutti bravissimi e competenti oltre ogni ragionevole dubbio però, dopo quasi quindici anni di insegnamento, comincio a pensare che forse si stia un tantino esagerando.



1 commento:

  1. ho letto il post e concordo in pieno! tutto vero, in particolare " la scuola non è un'azienda": no, è ben altro. Le famose ( ....o famigerate....) tre I non aggiungono un tubo, anzi, tolgono. Ed anche il solito ritornello che la scuola debba preparare al lavoro......No, la scuola deve fornire gli strumenti intellettuali, culturali e la capacità di pensiero critico che ti consentono di poter poi accedere a qualsiasi tipo di lavoro!
    Emanuela

    RispondiElimina